Mario Valle Web

Idee dal mondo Montessori

Go to the English translation [England flag] of this page.

[Scuola Montessori Varese]

Non ne sapevo molto quando ho scelto la scuola Montessori per mio figlio. Vagamente ricordavo solo dei luoghi comuni: le sedie e i tavolini bassi, i bambini fanno quello che vogliono… Ma anche che lì i bambini sono rispettati come persone. E questo mi ha fatto decidere. Poi, non solo non me ne sono pentito, ma tramite mio figlio ho scoperto tanti aspetti della proposta Montessori che hanno notevoli punti di contatto con il mio lavoro al Centro Svizzero di Calcolo Scientifico (CSCS).

Che cosa potete trovare qui

Risorse più datate (o semplicemente da riorganizzare)

Da dove cominciare per conoscere le idee di Maria Montessori?

Convincersi Per avvicinarsi alle idee di Maria Montessori consiglierei per prima cosa di guardare il filmato: “Montessori Madness” (tradotto in italiano) che spiega com’è una scuola Montessori in cinque minuti e che cosa ha spinto una mamma a sceglierla per il proprio figlio. Se masticate un po’ di inglese c’è Montessori: Education for the Human Condition che confronta quello che vuole un adulto e quello che vorrebbe un bambino dalla sua scuola.

In rete Sulla rete c’è tantissimo materiale sul progetto Montessori, basta cercare. Per esempio il post Il metodo Montessori nella scuola moderna in quattro parole ricorda i punti salienti del progetto Montessori. Consiglio anche di visitare alcuni blog, tra cui: La casa nella prateria oppure quello dell’associazione Il Sassolino. Non se ne abbia a male chi non è stato citato. Rimedierò man mano pensando però sempre a chi vuole avvicinarsi a questo mondo. Tra l’altro non parlo di metodo, parlo di idee, di progetto montessoriano. Così lo definiva Maria Montessori e così faccio io.

Alla radio Rai Radio 3 si è data molto da fare per far conoscere Maria Montessori. Può essere interessante ascoltare la lettuta del libro “Alla scoperta del bambino” fatta da Laura Curino per la trasmissione “Ad alta voce” (bisogna installare Real Player): Lettura 1, Lettura 2, Lettura 3, Lettura 4. E poi nella rubrica “Tre Soldi” si può ascoltare “Educare alla libertà”: Puntata 1, Puntata 2, Puntata 3, Puntata 4, Puntata 5. Per Rai Storia delle vere e proprie pillole: Maria Montessori un nuovo approccio all’infanzia, Maria Montessori, l’educatrice dei bambini “liberi”, Montessori, la rivoluzione dell’educazione infantile.

Testimonianze Può essere interessante ascoltare testimonianze di chi ha fatto una scuola Montessori, per esempio Will Wright che costruisce giocattoli che creano mondi. Come lui George Clooney, Mark Zuckerberg, Mario Draghi, Gabriel Garcia Marquez, Jimmy Wals, Serghiey Brin, Larry Page e altri.

Biografia Per conoscere la figura di Maria Montessori si può leggere una biografia ben riassunta e lasciar perdere la fiction TV che ne da un’immagine estremamente falsata. Per vedere com’era fisicamente e come parlava Maria Montessori, in rete si trova anche una sua breve intervista. Oppure si possono leggere due libri che ho trovato fantastici: “Montessori, perché no?” (il leone verde 2017) e “M. Montessori, una storia attuale” (l’Ancora del Mediterraneo. Una nuova edizione uscirà nel 2017 per il leone verde) tutti e due di Grazia Honegger Fresco che è stata allieva diretta di Maria Montessori. Collegata a quest’ultimo libro c’è un’intervista all’autrice piuttosto illuminante (è alle pagine 8 e 9 del documento).

Alla fonte Per conoscere il pensiero di Maria Montessori la scelta più ovvia è leggere i suoi libri a partire da “Il Bambino in famiglia” e “Il Segreto dell’infanzia”. Il primo libro che lei ha scritto — il Metodo della pedagogia scientifica — è stato da lei rivisto nel ’51 e ripubblicato da Garzanti nel ’52 con il titolo “La Scoperta del bambino”. Sono tutti libri molto densi di contenuti, e non bisogna farsi spaventare dall’italiano di altri tempi che a tratti risulta un po’ difficile da seguire.

Sempre per approfondire ci si può abbonare a Il Quaderno Montessori, trimestrale giunto al suo 30° anno di vita (e che purtroppo nel 2017 cesserà le pubblicazioni). Questa è l’unica rivista Montessori oggi esistente in Italia, oltre all’organo ufficiale dell’Opera Nazionale Montessori.

Insomma Ecco, credo che per avvicinarsi alle idee montessoriane questo possa andar bene, ma la cosa migliore sarebbe visitare una scuola Montessori e osservare dal vivo quello che fanno allievi e insegnanti.

Altre risorse

Chi dice che i materiali non sono al passo con i tempi? Per esempio, ho parlato di mappe mentali alle maestre della scuola Montessori di Varese che proveranno a utilizzarle come una risorsa in più con i loro allievi.

Lo sapevate che Maria Montessori era affascinata dalle tecnologie del suo tempo? Questo e altro lo troverete nel mio libro “Montessori e le nuove tecnologie” che uscirà a breve (settembre 2017).

Per condividere

Contattatemi se volete discutere queste idee o utilizzarle. Mi farebbe molto piacere.

Licenza

Licenza Creative Commons

Tutto il material che trovate qui è sotto licenza Creative Commons Attribuzione, Non Commerciale, Condividi allo stesso modo 4.0 International (CC BY-NC-SA 4.0)

 

Sei libero di:

  • Condividere — riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire e recitare questo materiale con qualsiasi mezzo e formato.
  • Modificare — remixare, trasformare il materiale e basarti su di esso per le tue opere.

Alle seguenti condizioni:

  • Attribuzione — Devi riconoscere una menzione di paternità adeguata, fornire un link alla licenza e indicare se sono state effettuate delle modifiche. Puoi fare ciò in qualsiasi maniera ragionevolmente possibile, ma non con modalità tali da suggerire che il licenziante avalli te o il tuo utilizzo del materiale.
  • Non Commerciale — Non puoi usare il materiale per scopi commerciali.
  • Condividi allo stesso modo — Se remixi, trasformi il materiale o ti basi su di esso, devi distribuire i tuoi contributi con la stessa licenza del materiale originario.

Questo è un riassunto in linguaggio accessibile a tutti (e non un sostituto) della licenza. Maggiori informazioni si trovano su: creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/